La rassegna “REVIVISCENZE MUSICALI” è frutto di una nostra idea, un’idea che prende luce nel momento di maggior difficoltà per il nostro paese: il lockdown dovuto alla terribile pandemia COVID-19.
Questa idea ha avuto come primo risultato l’organizzazione di due concerti nel mese di maggio e giugno di cui abbiamo parlato in altro articolo (clicca qui).
Passata la prima emergenza e dopo l’apertura di tutte le attività commerciali anche in presenza di pubblico, si è fatta avanti nella popolazione la voglia e la necessità di riprendere a vivere ed organizzare nuove iniziative culturali e sociali.
Da qui, grazie all’incontro tra l’Associazione InTogo, il M° Giorgio Rodolfo Marini, la Fondazione Jupiter, l’Insubria Chamber Orchestra e naturalmente noi della BackOfficeItalia con la nostra piattaforma ArtistaOnLine, si gettano le basi per l’organizzazione di una nuova rassegna musicale.

Per la nuova rassegna, visti i brutti momenti appena passati, si è pensato di riutilizzare la nostra prima idea e cioè riproporre “Reviviscenze musicali” sviluppata su tre diversi concerti in altrettante location nella provincia di Varese.
co di prova e un vero test dal punto di vista tecnico, test brillantemente superato.

Il programma ha previsto tre date e ha visto la eccezionale partecipazione di Roberto Bacchini – Organista, del M° Carlo Levi Minzi – Pianista e del grande compositore Massimo Ravazzin:

  • 26 settembre presso la Chiesa Parrocchiale di San Martino a Vergiate (Va) – Da Pergolesi a Morricone
  • 10 ottobre presso la Chiesa di Santa Maria Annunciata a Brunello (Va) – Chopine Chapeau
  • 24 ottobre presso “Le Cascine” adiacenti alla Chiesa di Santa Maria Annunciata a Brunello (Va) – Beethowen e Raffaello

BackOfficeItalia si è occupata di tutta la arte tecnica quale la creazione delle parte grafica e della stampa, della comunicazione web e social nonché dalle riprese video e della fotografia.

L’organizzazione di un evento di queste dimensioni, che ha visto impegnati una decina di persone per la logistica e più di cinquanta musicisti provenienti da diverse parti d’Italia, di questo livello perché si è creato un programma musicale di altissimo qualità, in un periodo come quello attuale di incertezza e paura di nuovi contagi e possibili lockdown, ha richiesto un enorme impegno, centinaia di ore di lavoro, grandi sforzi economici e tanta, tanta forza di volontà.
Non da ultimo, le grandi difficoltà dovute alle normative vigenti in tema di assembramenti, sanificazione dei luoghi e distanziamento delle persone, ci hanno obbligati ad organizzare tutto un complesso sistema di prenotazione online e controllo degli accessi per avere un corretto tracciamento dei partecipanti.

Oltre a tutti questi grandi sforzi organizzativi per noi si sono poi presentati tutti i problemi di ordine tecnico per quanto riguarda la comunicazione e il marketing, le riprese video, la fotografia, la messa on line degli eventi.
Tutti i concerti e l’intera rassegna si sono conclusi con un grande successo di pubblico e tanta soddisfazione, anche da parte nostra perché lo sforzo è stato davvero enorme, ma i risultati sono stati davvero eccezionali.

Per lo staff della BackOfficeItalia e per il Team di ArtistaOnLine è stato un bel banco di prova e un vero test dal punto di vista tecnico e organizzativo, test brillantemente superato.